giovedì 23 luglio 2015

Il caimano dallo zar

















Silviusko

di Massimo Gramellini

Berlusconi ha confessato all’ultima raffica di fedelissimi la tentazione di prendere la cittadinanza russa e di accettare l’invito dell’amico Putin a trasferirsi a Mosca per fargli da ministro dell’Economia.

Ci sarebbero cose molto più serie di cui parlare. Ma almeno nel cuore torrido dell’estate abbiamo diritto ai nostri cinque minuti di imbecillità. E fin dai tempi in cui prometteva di abbattere le tasse a livelli lussemburghesi quest’uomo risulta il più straordinario spacciatore di fregnacce in circolazione. E’ proprio sulla propagazione reiterata e impunita della fregnaccia che egli ha fondato una scuola di pensiero politico destinata, come si vede anche in questi giorni, a sopravvivergli. Berlusconi oligarca russo. E ministro dell’Economia, per giunta. Ingaggiato a peso d’oro come Capello, ma con ben altre prospettive di successo. Facile immaginare il programma economico di Silviusko: farsi gli affari propri, attività in cui l’astro nascente del Cremlino eccelle da sempre. Facilissimo supporre il luogo e l’orario delle riunioni più delicate: la dacia di Putin da mezzanotte in poi, col sottosegretario Apicellav alla chitarra e un adeguato codazzo di giovani economiste monetarie, tra cui la celeberrima Rubly. Più difficile dare la colpa del fallimento dei suoi piani quinquennali allo strapotere di magistrati e giornalisti, una piaga di cui la Russia si è liberata da tempo. Gli unici problemi, alla fine, potranno sorgere proprio da Putin. Il giorno in cui si accorgerà del ruolo che Silviusko gli ha riservato nel nuovo organigramma: vicepresidente.



Magari fosse vero che il re dei ciarlatani se ne va dallo zar in via definitiva,ma anche questa è un'altra balla del più famoso spara cazzate del west.Anche se a dire il vero,la scia dei ciarlatani non finisce con lui,teniamocelo tra pochi intimi,ma pare che ad una buona parte del popolo italiano,piaccia proprio quel genere,avanti il prossimo dopo quello di Rignano sull'Arno,sarà mica un altro Matteo?

per eventuali notifiche - iserentha@yahoo.it

4 commenti:

Vitamina ha detto...

Poveri russi e poverissimi noi.

cristiana2011 ha detto...

Il nostro fa quello che può per arricchire il repertorio di cavolate, mentre Putin i russi li tiene per le palle.
Cristiana

Bozikks ha detto...

Col piffero che ci va. Lo zar è lo zar; anche se il caimano si vanta di essere suo amico, sa perfettamente che lo zar non gli lascerebbe fare il bello e il brutto tempo come gli pare e piace. Ce lo vedete il caimano a obbedire a testa china agli ordini dello zar? Naaaa. Alla minima disobbedienza, lo zar ce lo rispedirebbe ben impacchettato.

Ivo Serenthà ha detto...

La boutade serve per far parlare di se,e se ci sono cascato anch'io è solamente perchè ormai ne attira pochi di consensi,a giocarsela in futuro saranno fonzie,le stelle e l'altro Matteo sommando i pochi voti del caimano.

Si vedrà!

Saluti a tutti voi