lunedì 3 settembre 2012

La mentalità retrograda della chiesa cattolica



“La Chiesa è indietro di 200 anni?”. Il vox di Piero Ricca

Una grande folla di credenti e non credenti ha dato l’ultimo saluto al Cardinale Carlo Maria Martini. Poco prima del funerale, davanti al Duomo di Milano, “Uomo da marciapiede” ha chiesto un commento ai passanti sulla testimonianza “progressista” di questa eminente figura di religioso, e in particolare sui contenuti dell’ultima intervista rilasciata al Corriere della Sera. Davvero la Chiesa cattolica è rimasta indietro di 200 anni, come sosteneva l’ex Arcivescovo del capoluogo meneghino? Davvero ha bisogno di una “scossa” profonda per ritornare allo spirito del Vangelo? In tanti hanno risposto in modo affermativo, compresi molti cattolici. Sui diritti civili, sulla libertà di cura, sui gay, sui divorziati, sulla sessualità la Chiesa deve mettersi al passo con i tempi, questo il commento prevalente. Lo farà? La lezione di Martini può servire come un “sasso nello stagno”, uno stimolo al dialogo – dicono alcuni. Senza però dimenticare – avverte un giovane prete – che il tempo della Chiesa è l’eternità e non è un suo problema la dialettica fra progressisti e conservatori. Ma prima di tutto è la politica che deve cambiare, con una robusta iniezione di laicità – obietta un’altra voce di Piero Ricca, riprese e montaggio di Francesca Martelli
E voi come la pensate? Dite la vostra nei commenti e votando la risposta che vi convince di più

Se volete partecipare al sondaggio

CLICK



Dopo la scelta dell'alto prelato di rifiutare l'alimentazione forzata,penso che esistano delle pressioni per giungere al testamento biologico,anche dall'interno del mondo cattolico,ma il nocciolo del potere vaticano non può cedere dalla storica rigidità,sono dell'idea che cedendo sui vari piani in discussione i cambiamenti non abbiano mai fine.

Ponendosi però ogni giorno sempre più lontani dalle persone credenti e non credenti,su vari temi che vannno dal testamento biologico,sulle unioni di fatto etero e omosessuali,sulla fecondazione assistita,sulla regolamentazione della prostituzione,e ammettere che l'uso del condom è assolutamente importante,non solo per evitare gravidanze non volute,bensì per la propria salute.

&& S.I. &&

per eventuali notifiche - iserentha@yahoo.it

2 commenti:

Tina ha detto...

Credo che solo il Manifesto gli abbia reso onore semplicemente prendendo a prestito il titolo di un libro di Piero Chiara:

IL PRETE BELLO

Per il resto, se vuoi l'attuazione di quanto hai citato sotto l'articolo, devi attuare quanto scriveva Voltaire:

Se vuoi un popolo cosciente, impicca preti, monache e capi religiosi, radi al suolo le chiese, tutte le chiese e al loro posto erigi scuole.

Notte buona Ivo ;-))

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Non la sapevo questa di Voltaire,un pochino...drastico ma rende l'idea.

Ciao Tina