venerdì 28 settembre 2012

Adozioni per coppie gay:L'inchiesta





di Piero Ricca

Le recenti dichiarazioni di Nichi Vendola e Giuliano Pisapia hanno riportato d’attualità il tema delle adozioni per coppie same-sex. Questione delicata, sulla quale la Chiesa cattolica è irremovibile, che interpella la visione della missione genitoriale e divide la politica e le coscienze, non solo in Italia, ma senza un taglio netto fra cattolici e laici. In diversi Paesi del mondo, il diritto degli omosessuali a costruirsi una famiglia, con possibilità di adozione, è ormai acquisito per legge. Da noi la strada sembra ancora lunga. Ma la coscienza collettiva sta cambiando, specialmente tra i giovani. Dopo il vox sui matrimoni gay , “Uomo da marciapiede” ne ha avuto conferma questa settimana. In prevalenza gli intervistati si dicono favorevoli alle adozioni, perché “i diritti sono uguali per tutti e anche una coppia omosessuale può educare bene un figlio, dopo aver superato le verifiche di rito”. L’obiezione più diffusa – spesso anche tra coloro che si dicono favorevoli alle unioni civili o addirittura ai matrimoni per coppie omosessuali – suona così: “Nessun pregiudizio contro gli omosessuali, ma per natura un bambino ha bisogno di un padre e di una madre”.


Per chi e' interessato al sondaggio

CLICK



Dipendesse dal sottoscritto la legge si sarebbe gia' concretizzata,non ci possono essere discriminazioni a proposito di gusti sessuali,tutti devono avere i medesimi diritti.

Concordo con alcune opinioni del filmato,il nostro e' un paese assolutamente arretrato non solo su questo fronte,non ho davvero idea quando sara' possibile una tale opportunita',mancando gia' il principio dei matrimoni tra gay.

&& S.I. &&

per eventuali notifiche - iserentha@yahoo.it

5 commenti:

LaDama Bianca ha detto...

In questo Paese risulto impopolare, ma io ritengo che le adozioni dovrebbero essere concesse anche agli omosessuali, così come il diritto di sposarsi.

Tina ha detto...

Aprono la bocca per far prendere aria alle tonsille.

Quanti bambini sono stati levati alla custodia di "una padre e una madre" perchè violenti o peggio?

Diaicmo che fino a che rimane in piedi la struttura religiosa come punto di riferimento morale, ci sarò sempre la guerra "di genere".

Caccia all'ateo,
caccia al gay
caccia la comunista

Da quando è stato inventato il cattolicesimo, ha sempre avuto bisogno di un nemico per alimentare se stesso.

Mi darei al tiro al bersaglio e indovina chi sarebbe il bersaglio?

Buon fine settimana Ivo ;-))

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Già,pare difficile rimanere pacifici con queste continue ingerenze,pensando che alcuni decenni o addirittura alcuni secoli fa dettavano legge in modo completo.

Penso che sarà un'impresa impossibile arrivare ai diritti talmente semplici,i quali esistono senza alcun problema nei paesi più civili del nostro.

Saluti a voi

Alessandro ha detto...

2013: primo nato in Francia è da coppia gay!

Qui l'articolo:
http://www.newstorm-ita.com/articoli/2013-primo-nato-in-francia-e-da-coppia-gay/146188/

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Un altro mondo,siamo distanti anni luce da una democrazia di fatto,per certi aspetti siamo ancora al feudalesimo.


Saluti Alessandro