sabato 14 aprile 2012

Voce del verbo Santanchè



di Massimo Gramellini

Dopo alcuni minuti di inopinato silenzio, Daniela Santanchè è tornata per esporci il risultato delle sue meditazioni. Sorvolerei sul paragone fra Nilde Iotti e Nicole Minetti e non solo perché la prima ha fatto la Resistenza e la seconda al massimo la lap dance. Nel Pci bigotto del dopoguerra la carriera di Iotti fu penalizzata dalla storia d'amore con Togliatti, mentre gli incontri ravvicinati con B non hanno ostacolato le ambizioni della statista dell'Olgettina. Veniamo piuttosto al cuore della riflessione santancoide: il familismo degli italiani. Per la filosofa di Cuneo, che la mamma del Trota abbia brigato per piazzare il Trota al posto del Pesce Pilota non è un male in sé. Lo diventa perché il Trota «è un pirla». Il trucco starebbe dunque nel raccomandare parenti che non siano pirla. Come la nipote di Santanchè, da lei raccomandata a cuor leggero presso il presidente della Provincia di Milano in quanto «brava e bella». Ancorché cinico per un patetico moralista del mio stampo, il ragionamento ha una sua coerenza. Però presenta un punto debole: chi decide se un parente è bravo e bello oppure pirla? Interrogata al riguardo, scommetto che la mamma del Trota definirebbe «bravo e bello» il Trota e «pirla» la nipote di Santanchè. Si capisce quindi quanto sia urgente la creazione di un'Authority delle Raccomandazioni in grado di distinguere una volta per tutte il parente bravo da quello pirla. Per la presidenza di detta Authority mi permetto di segnalare un mio consanguineo: bello e bravo, nonostante sia imparentato con un pirla.



Interessante il suo outing,ce ne fossero tanti di pirla come lei in questo paese,magari!Per ciò che riguarda la Santanchè,che dire,come ho scritto poco fa da Jena,se c'è ancora chi da retta alle riflessioni da tacchi a spillo della donna che si è fatta da sola...Probabilmente ha qualche problema di comprensione!

&& S.I. &&


per eventuali notifiche


iserentha@yahoo.it

7 commenti:

valerio ha detto...

è una poverina con il cervello comandato dal capoNano

Ivo Serentha and Friends ha detto...

In effetti,dopo una piccola lite,"il cavaliere vede solo le donne in orizzontale",dopo i tarallucci e vino e chissà che altro,hanno trionfato...

Ciao

Tina ha detto...

Una bocca uguale al buco del culo della gallina dopo che ha fatto l'uovo, non può che appartenere a un cervello di gallina e ho detto tutto di lei.

Scusa il fracesismo Ivo, ma dopo aver letto Gramellini e altri mi sono chiesta se questa gallina non lo fa apposta, unico modo affinchè ci si ricordi che esiste.

Buon fine settimana Ivo ;-))

valerio ha detto...

PS dimenticavo ,per il dito , un posto ci sarebbe dove lo può mettere bipppppppp !!!

Ivo Serentha and Friends ha detto...

D'accordo sul dito,Valerio!

Tina,sul Fatto quotidiano ho commentato in modo simile,alcuni esponenti politici,più che altro di destra,risultano talmente inconsistenti che devono forzatamente far parlare di se con qualsiasi stronzata!

Onore alla memoria di Nilde e lasciamo costei nei suoi deliri organizzati.

Buon fine settimana ad entrambi.

francesca ha detto...

Che se ne parli bene,che se ne parli male,purchè se ne parli!
Questo il suo/loro motto, perchè questa "signora",in teoria poi in italia tutto è possibile,non se la fila più nessuno.
Sulle sue dichiarazioni... non val la pena neanche ascoltarle.
Francesca

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Francesca,se non avesse tirato fuori dal suo cilindro delle stronzate,quel paragone così ignobile sarebbe stato fatto scivolare come al solito.

La reazione mediatica non poteva mancare,ha aggiunto altri punticini negativi che qualificano il personaggio...

Grazie della condivisione!

Saluti