giovedì 17 novembre 2016

Cronache politiche e antipolitiche verso il 4 dicembre

















CLICK NEWS IL FATTO QUOTIDIANO DI LUISELLA COSTAMAGNA

Il referendum costituzionale c'entra come i cavoli a merenda con la elezione di Trump e la Brexit.
Mescolare pere con mele o altre sostanze organiche lo sappiamo da tempo immemore che non è corretto,lasciamo agli italiani di decidere sulla modifica o meno della Costituzione,se sommiamo le forze politiche schierate sull'interrogativo,direi che non ci sono dubbi sull'esito referendario, il no dovrebbe vincere con buon margine.
Ma al di là dello specifico quesito,certamente c'è in gioco il futuro politico dell'attuale presidente del consiglio,tramite il 4 dicembre chi vincerà il referendum sapremo se ci sarà Renzi per una ventina d'anni da primo attore sulla scena politica,personalmente questa eventualità non me la auspico,il personale No è bivalente, soprattutto per la protezione della Costituzione e il mancato gradimento da sempre di Renzi.

I.S.

iserentha@yahoo.it

3 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Dici bene! Ci vogliono i NO, tanti NO.
Cristiana

giovanotta ha detto...

concordo con le tue riflessioni personali!
brava la Costamagna, questa maggioranza non sarebbe poi così tanto silenziosa se qualcuno si prendesse ogni tanto la briga di andare a tastare un po' il polso anziché passare mezze giornate in tv. Poi dopo ci si lamenta delle soprese.
Speriamo bene, che non se ne può più già da un pezzo
ciao Ivo!

Ivo Serenthà ha detto...

Saluto entrambe,mai dare nulla di scontato,il 5 dicembre prenderemo atto del risultato,l'affidabilità dei sondaggi è ormai ai minimi termini.

Incrociamo le dita