giovedì 4 ottobre 2012

Antonio Piazza:Uno dei tanti nel delirio d'onnipotenza




Piazza pulita

di MASSIMO GRAMELLINI

Quando ho saputo che Antonio Piazza, presidente in quota Pdl dell’Azienda lombarda per l’edilizia residenziale, da tre anni parcheggia la sua Jaguar nello spazio riservato ai disabili, ho borbottato: ohibò. Quando ho saputo che il presidente Antonio Piazza, dopo aver parcheggiato per tre anni la sua Jaguar nello spazio riservato ai disabili, è stato finalmente multato dai vigili su segnalazione di un disabile che non trovava mai posto per parcheggiare, ho gridato: urrà. Quando ho saputo che il presidente multato Antonio Piazza, pervaso dalla rabbia, ha tagliato le gomme dell’auto del disabile che lo aveva segnalato ai vigili, mi sono chiesto: ma dove siamo? Quando ho saputo che il presidente multato e taglia-gomme Antonio Piazza ha tentato di rimediare chiamando precipitosamente un gommista, mi sono risposto da solo: siamo in Italia.

Quando ho letto le dichiarazioni del presidente multato taglia-gomme e chiama-gommista Antonio Piazza - «Perché dovrei dimettermi dal mio incarico politico per un errore tecnico?» - mi sono detto: con un corso accelerato di educazione civica, alternato a pesanti corvée nei servizi sociali, forse lo recuperiamo ancora. Ma quando ho ascoltato in tv le successive dichiarazioni del presidente multato taglia-gomme chiama-gommista ed errante tecnico Antonio Piazza - «Solo un pezzo della mia Jaguar sporgeva nel posto riservato ai disabili, in realtà da tre anni io parcheggio nel posto accanto, in divieto di sosta: qual è il problema?» - ho capito di essere sostanzialmente un illuso. Questa è gente che non si recupera più.



E' l'ulteriore prova d'esser circondati da prepotenti,arroganti,i quali sono presenti su tutto il globo,ma su questa penisola hanno trovato una particolare condizione di moltiplicarsi,è sufficiente un incarico importante,un certo potere e il delirio d'onnipotenza scatta automaticamente,fargli fare il contadino un paio d'anni per far capire quanto la terra sia bassa,potrebbe aiutare...

&& S.I. &&

per eventuali notifiche - iserentha@yahoo.it

2 commenti:

Anonimo ha detto...

è un insulto, per chi con fatica coltiva la propria terra con pochi guadagni e tanti sacrifici.a questo signore e a tutti quelli come lui,li catapulterei nella vita reale di noi tutti.Con i soldi che non bastano mai e con il posto a rischio e senza privilegi di sorta.

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Che dire,non aggiungo altro,è inutile!

Saluti