martedì 1 novembre 2011

L'agonia della borsa,dello spread e l'economia rurale sempre più alle porte

Almeno molti di noi capiranno quanto sia bassa la terra e quanto sia faticosa lavorarla!



Sono mesi che ogni giorno pare sempre più drammatico,se dev’essere un agonia che stacchino subito il respiratore,come hanno organizzato la globalizzazione non ci poteva essere una fine peggiore,e si badi bene che saltano i paesi più deboli,non mi pare che si strappino i capelli in mezza Europa.
La disoccupazione,le mobilità,il lavoro che non esiste più e che non tornerà più,poichè esiste una parte del pianeta che lavora per quattro soldi.
Nelle zone industriali vive e vegete d’un tempo,ora diffusamente permane l’abbandono,la crisi finanziaria non è che la conseguenza più naturale di tutto ciò.

Prepariamoci a vivere con quattro galline,e le produzioni degli orti,l’economia rurale è quel che ci aspetta,altro che Iphone ultimo modello!

&& S.I. &&


per eventuali notifiche


iserentha@yahoo.it



1 commento:

LaDamaBianca ha detto...

Posso scrivere solo una parola? AIUTO!