mercoledì 11 maggio 2011

La raccolta delle "massime" si fa per dire, di Beppe Grillo



Don Rodrigo era comunista

di Michele Serra

Dopo il restyling della Costituzione, la maggioranza si appresta a riammodernare anche altre vecchie opere polverose. Ne "I Promessi Sposi" ad esempio fra' Cristoforo sarà sostituito da don Verzé e Lucia Mondella si rifarà le tette


Beppe Grillo non ama molto che gli si ricordino le sue frasi. Come tutti i politici, preferirebbe il diritto all'oblio. Ma qui si sono già raccolti gli stupidari di altri capi partito e quindi ci perdonerà se lo sottoponiamo, per par condicio, allo stesso trattamento. 

Dibellerò anch'io il cancro 
«Mongolfier aveva scoperto il volo: è stato il primo, Mongolfier. Ha gonfiato un pallone e volare era gonfiare qualche cosa più leggero dell'aria: l'autorità diceva quello! Un giorno arrivanoi fratelli Di Bella (i fratelli Wright) con l'aereo, e han detto: "guardi che anche noi riusciamo a volare". "Ma non dica cazzate!" "Guardi che voliamo". "Va bene, facciamo il protocollo". Han preso l'aereo e han cominciato a gonfiarlo, e han detto: "Ma che cazzo dice, vede che non vola?" 
(1998. L'inefficacia della cura Di Bella è stata unanimemente accertata l'anno successivo)

Nobel e Ignobel 
«Vecchia puttana». 
(2001, a Rita Levi Montalcini, insinuando che la scienziata torinese avesse ottenuto il Nobel grazie a una ditta farmaceutica che materialmente le aveva comprato il premio) 

Il nuovo che avanza 1 
«E' quattro anni che mi sono comprato il computer. Clicco, io non sono della società del click, questi lavorano con l'indice, noi apparteniamo alla società del pollice: con gli attrezzi, noi ci siamo separati dall'orango per il pollice, l'orango non riesce a prendere un attrezzo, noi sì». 
(2000, spaccando un computer durante il suo spettacolo. Cinque anni dopo aprirà un blog)

Il nuovo che avanza 2 
«Un computer pesa quindici chili, per farlo occorrono quindici tonnellate di materiali. Ogni sei mesi lo buttiamo nella spazzatura. E' la tecnologia più pesante che esista». 
(2000, sempre durante la crociata luddista) 

Nessuno mi può mai più dire niente 
«Io, Beppe Grillo, ne ho piene le tasche di dovermi giustificare. Oggi vi dirò delle cose su di me, sulla mia vita privata, su alcune illazioni. Lo faccio oggi e poi basta. Ho avuto un incidente di macchina nel 1980, guidavo io, mi sono salvato per miracolo, ma sono morte tre persone che erano con me e sono stato condannato per omicidio colposo a un anno e tre mesi». 
(2005, sull'incidente di Limone Piemonte) 

L'Aids non esiste 
«Veltroni va là e scopre i malati di AIDS. Arriva qui e ci ha la soluzione: dice cazzo, l'Aids, bisogna mettere a tutti il preservativo! E lo dice uno che è dieci anni che il preservativo ce l'ha sulla testa e non se ne accorge. Allora, lui non dice che sull'Aids ci sono dei seri sospetti che sia una bufala». 
(1998) 

Biocarburanti sì, anzi no 
«In Italia si preferisce far chiudere chi offre alternative al petrolio. Alternative verdi, meno inquinanti, meno costose. La Alcoplus di Ferrara che produce biocarburanti chiuderà. Società come la Alcoplus che vanno moltiplicate: una, cento, mille Alcoplus» 
(2007) 
«Il costo del grano, del riso, della soia sta crescendo. Il valore delle azioni delle aziende che producono biocarburanti aumenta. I campi producono etanolo al posto del pane. Il cibo crea energia meccanica, non più umana. Le macchine vengono sfamate, i poveri del mondo tirano la cinghia. Il biocarburante genera un surplus azionario per le aziende dell'energia. L'assenza di cibo crea invece i morti di fame». 
(2008) 

E' una palla, compratela 
«Io l'ho provata. La mia famiglia usa Biowashball da due mesi e anche le famiglie di alcuni miei amici. Per noi funziona. Prima di dare un giudizio vi consiglio di usarla, magari in prestito da un conoscente. In Rete ci sono centinaia di testimonianze di utenti italiani soddisfatti». 
(2008. L'efficacia della "Biowashball" viene successivamente smentita danumerosi studi: la pallina non solo lava come farebbe l'acqua semplice ma potrebbe addirittura provocare un accumulo di muffe e batteri nella lavatrice).

Sono un martire del comunismo 
«La Cina ha oscurato la mia immagine. Un cittadino cinese che volesse vedere Beppe Grillo ottiene questo risultato dalla versione cinese di Google. Nel resto del mondo la mia faccia invece si vede ancora». (2006. La notizia si rivela immediatamente una bufala, dovuta ad un errore nel metodo di ricerca su Google adottato dallo stesso Grillo). 

Pinocchio. Le avventure di un perseguitato dalla giustizia nella Toscana comunista. Perfetto già così, bastano pochi ritocchi per attualizzarlo. Pinocchio è sempre sincero, le sue cosiddette bugie sono solo un'invenzione dei giornalisti. Non è affatto un burattino dal naso lungo, è un ometto in carne e ossa che tutti invidiano per il fallo gigantesco. Nel Paese dei Balocchi quando i bambini cominciano a ragliare e gli spunta la coda è perché stanno per trasformarsi in comunisti.

I quaderni dal carcere
. Perché Gramsci passò quasi tutta la vita in carcere? Perché non era stato ancora introdotto il processo breve. Forte di questa convinzione, il governo manda alle stampe una nuova edizione semplificata dei "Quaderni" (curata da Elisabetta Canalis, perché è sarda anche lei). E' stato mantenuto un solo capitolo, "Brevi cenni sui nuraghe", il resto è stato tolto perché di lettura troppo faticosa. Per rimpolpare l'esile pubblicazione, è stata aggiunta una postilla inedita nella quale Gramsci abiura il marxismo e ringrazia Marcello Dell'Utri per il ritrovamento postumo di questo scritto fin qui sconosciuto.

Altare della Patria. Il concetto di "milite ignoto" è troppo vago, tipico del generico solidarismo della sinistra. La salma anonima verrà dunque sostituita dall'alpino trevigiano Bepi Buleghin. Per contrastare il disfattismo della sinistra, Buleghin sarà però esposto da vivo. La cerimonia del cambio della guardia sarà effettuata dalle giovani e avvenenti Amazzoni della Libertà, un nuovo corpo speciale in tanga mimetico, topless, cartucciera che lascia scoperto il seno destro e valorizza il sinistro. Durante le cerimonie ufficiali accoglieranno il capo dello Stato con il saluto marziale "Wow, nonnino, ma lo sai che sei tanto tanto carino?". Riscrivere la Costituzione è un'esigenza editoriale: un vecchio libello comunista scritto nel 1947 non può non avere bisogno di una rinfrescata, per esempio con l'aggiunta di illustrazioni accattivanti (vedute di ville e castelli, belle ragazze in costume regionale con ceste di formaggi tipici, i migliori gol del Milan eccetera). Ma può bastare? Il governo ritiene di no, e intende aggiornare anche altre vecchie opere polverose, bisognose di un energico restyling.

I promessi sposi. La forte impronta cattolica del romanzo piace al governo. Ma la presenza di troppi personaggi rasati male o addirittura con la barba (per esempio i Bravi) disturba il premier, che ha chiesto di toglierli. Bene invece le parrucche, un'eredità seicentesca che conserva intatto il suo fascino. Altri ritocchi marginali: don Rodrigo è comunista, don Abbondio anche ma non ha il coraggio di ammetterlo, fra Cristoforo è il sosia di don Verzé, Lucia si fa rifare le tette, Renzo è un giovane patriota padano che scrive sui muri "Madrid ladrona".

I promessi sposi. La forte impronta cattolica del romanzo piace al governo. Ma la presenza di troppi personaggi rasati male o addirittura con la barba (per esempio i Bravi) disturba il premier, che ha chiesto di toglierli. Bene invece le parrucche, un'eredità seicentesca che conserva intatto il suo fascino. Altri ritocchi marginali: don Rodrigo è comunista, don Abbondio anche ma non ha il coraggio di ammetterlo, fra Cristoforo è il sosia di don Verzé, Lucia si fa rifare le tette, Renzo è un giovane patriota padano che scrive sui muri "Madrid ladrona".

Il nome della rosa. Gli esperti del governo, scoraggiati dalla complessità della trama, non hanno ritenuto opportuno suggerire aggiornamenti. Verrà solo modificato il nome dell'autore, che invece di Umberto Eco sarà Michela Vittoria Brambilla, da tempo desiderosa di legare il suo nome a un bestseller. Riscrivere la Costituzione è un'esigenza editoriale: un vecchio libello comunista scritto nel 1947 non può non avere bisogno di una rinfrescata, per esempio con l'aggiunta di illustrazioni accattivanti (vedute di ville e castelli, belle ragazze in costume regionale con ceste di formaggi tipici, i migliori gol del Milan eccetera). Ma può bastare? Il governo ritiene di no, e intende aggiornare anche altre vecchie opere polverose, bisognose di un energico restyling.

La coscienza di Zeno. Il nichilismo del romanzo di Svevo è deleterio per i giovani. Il tabagista depresso Zeno Cosini, che passa il tempo fumando e facendo riflessioni oziose, verrà sostituito da un protagonista più moderno e dinamico, l'imprenditore novarese Christian Mazzoni, produttore di pressofusioni a forcella per macchine impacchettatrici. Non fuma e il suo unico vizio sono le pressofusioni a forcella per macchine impacchettatrici. Anche l'ambientazione triestina, essendo il protagonista un novarese, andrà rivista. Probabile lo spostamento del romanzo a Novara, con adattamento delle tipiche, lugubri atmosfere triestine alle tipiche, vivaci atmosfere novaresi. Il nuovo titolo "La coscienza di Christian" è la sola altra modifica.




Effettivamente il suo movimento cinque stelle lo si può considerare innovativo,con la politica cercata e celebrata dal basso,ma le sue invettive e alcuni ragionamenti in questi lunghi anni di blog e spettacoli lasciano a volte a desiderare.

Sarebbe molto meglio se d'ora in poi ci pensasse molte volte prima di postare o aprire la bocca!

[ Kenzo ]

2 commenti:

MaiaDesnuda ha detto...

A me quel tizio ha seriamente stufato.

Vitamina ha detto...

Da questi stralci sembra che abbia le idee un pò confuse..