sabato 12 marzo 2011

Nella centrale nucleare di Fukushima ormai si teme il peggio




Tsunami in Giappone, allarme radiazioni
Esplosione nella centrale di Fukushima
E’ altissimo l’allarme all’impianto atomico di Fukushima, nel nord del Giappone, dove le autorità giapponesi ritengono che il reattore potrebbe aver subito un processo di fusione dopo il forte terremoto di venerdì. Lo rende noto l’agenzia locale Kyodo. La situazione è stata definita sotto controllo, ma secondo la Commissione per la Sicurezza Nucleare del Giappone è stato individuato del cesio radioattivo vicino all’impianto. Le autorità nipponiche sono impegnate a evacuare 46.800 persone nel raggio di 10 chilometri dall’impianto. Parti di barre del combustibile nucleare del reattore numero 1 sarebbero state brevemente esposte all’aria stamane dopo il raffreddamento, il livello della temperatura dell’acqua è sceso per l’evaporazione e un camion dei pompieri ha pompato acqua nel reattore. Intanto, verso le cinque del pomeriggio (ora locale) all’interno della centrale è stata udita una esplosione. E la televisione nazionale parla di feriti e di una colonna di fumo bianco che si alza verso il cielo.

Il devastante terremoto in Giappone ha danneggiato anche il sistema di raffreddamento del reattore numero 2 di Fukushima. Lo riferisce la tv nipponica Nhk. In totale a Fukushima sono presenti sei reattori. Il numero 1 è stato avviato nel 1971 e il numero 2 tre anni dopo. I piani di sviluppo della compagnia proprietaria, la Tokyo Electric Power, prevedevano l’installazione di altri due reattori nel 2013 e nel 2014. IL Giappone conta 52 centrali nucleari. Di queste 11 sono state in qualche modo coinvolte nel sisma.

Nella nottata di ieri (ora italiana) la Tokyo Ekectric Power aveva ammesso di avere problemi di raffreddamento nei reattori numero 1, 2 e 4 del II impianto, Fukushima Daini a 11,5 km dal primo. Reattori di cui non riesce più a controllare la pressione e in cui la temperatura sta aumentando. Nell’area esterna si sono registrati, invece, livelli 8 volte superiori alla soglia critica. Si tratta comunque di valori che, stando a quanto affermato dalla tv pubblica nipponica, non costituirebbero pericolo per la salute pubblica.






Nonostante le autorità giapponesi rassicurino la popolazione e l'informazione,le immagini appaiono molto preoccupanti.

[@#& blog Freedom &#@]

2 commenti:

Stella ha detto...

Posso solo pregare, Ivo.

Francesco Zaffuto ha detto...

Spero che qualche distratto si convica a recarsi a votare per tenere l'Italia libera dal nucleare.