sabato 11 settembre 2010

11 settembre 2010-Marina di Pietrasanta,la prima candelina del Fatto quotidiano


Mille candeline, mille persone
per il nostro primo compleanno

L'affetto dei lettori per i giornalisti: è cominciata la tre-giorni a Pietrasanta

S’accendono le candeline, tante e diverse, più di mille per il primo compleanno del Fatto.

Mille come le persone che s’alzano in piedi, di scatto, appena Salvatore Borsellino agita l’Agenda rossa. E cala il silenzio, persino le zanzare tacciono, nella pineta del parco la Versiliana. Pietrasanta festeggia il Fatto Quotidiano e i bagnanti lasciano il sole per una fresca ombra, lasciano il mare per ridere con Luca Telese, Stefano Disegni, i ragazzi di Spinoza.it e il gruppone della satira.

La prima fotografia di un compleanno: Tommaso e la sorella Letizia, un bambino e una bambina, due colori e una poesia sull’informazione che Tommaso, nient’affatto timoroso, recita con espressione al pubblico di un teatro all’aperto che sembra la Woodstock in miniatura.
La signora Letizia e suo marito arrivano dalle montagne di Pistoia, masticano l’accento bolognese mischiato al toscano, tradiscono la fretta: “Inizia tra due ore? Bene. Siamo qui per fare una passeggiata e respirare la vostra aria”.

Ogni passo un Fatto: il libro degli ospiti, le magliette, il quotidiano, le sigle e le facce. E i giornalisti. Marco Lillo scherza con Telese: “Ho un’inchiesta sulle tue proprietà immobiliari”. E nel teatro passano le immagini di “Sotto scacco”, il documentario di Udo Gumpel e Lillo, vent’anni di rapporti tra mafia e politica, di domande senza risposte.

Video e parole: Salvatore Borsellino, Roberto Scarpinato, Marcello Ravveduto, Lirio Abbate de L’espresso, Sandra Amurri e Antonio Massari discutono di mafia, modificano toni e luce a ogni ricordo, la gente applaude, ascolta, freme. E riflette. Pensa che qualcosa può cambiare se qualcuno vuole cambiare, anche se stesso. Pensa al sindaco di Pietrasanta, Domenico Lombardi, e al predecessore che vantava le sue foto in manette: “Dopo tre giorni mi hanno chiesto le dimissioni. Forse me le chiederanno – scherza Lombardi – persino per il compleanno del Fatto. Ma io non pongo barriere, voglio essere il sindaco del confronto, non della censura”.






Un estratto dal monologo di Luca Telese sull'Olocausto




Un fumetto satirico su un "simpatico" ometto....



Il Direttore Antonio Padellaro



Lidia Ravera



Peter Gomez



I ragazzi di spinoza.it



Massimliano Lenzi




Auguri a voi e a tutti noi che vi stiamo seguendo da un anno,e con Il Fatto quotidiano.it riusciamo anche ad interagire con voi.

Cento di questi giorni,e anche molto di più,ai posteri la piacevole storia!

[@#& blog Freedom &#@]

1 commento:

stella ha detto...

Auguriiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!